DAPHNE DU BARRY

Daphné Du Barry è nata il 5 luglio del 1950 sulle rive del Reno ad Arnhem, Olanda.

Dopo gli studi secondari presso il grammarschool nella sua città natale, studia lingue presso l’Università di Monaco di Baviera e, successivamente, a Mac Gill in Canada.

In seguito frequenta per tre anni la facoltà di Lettere Moderne alla Sorbona di Parigi.

Nel 1971, nella casa di Salvador Dalì a Cadaques, in Spagna, incontra Jean-Claude Du Barry, pubblicista e critico d’arte che, qualche anno più tardi, diventerà suo marito.

A Firenze nasce il sodalizio con Marcello Tommasi, uno dei più grandi maestri della scultura figurativa classica in Italia ed entra come allieva nel suo laboratorio.

Rappresentante femminile indiscussa dello stile figurativo classico, ha una perfetta padronanza delle proporzioni, dei profili dei corpi e un affascinante senso di trascendenza.

La varietà dei suoi temi e la consistenza del suo stile sono inesauribili.

La sua passione per la bellezza dei corpi nasce da un’ispirazione quasi ideale, ma è il fascino dell’intelligenza, piuttosto che dei sensi, a fornirci la chiave di lettura della sua intera produzione artistica.

Le sue opere sono parte di collezioni pubbliche e private in Europa, America e Asia.

Tra le mostre più importanti:

New York (Peter Marcelle Fine Art Gallery, 1992),

Washington D.C (Inter American Development Bank and Alex Gallery, 1991),

Barcellona (SalaGaudì, 1991),

Parigi (Plaza Hotel Athénée, 1999),

Amsterdam (Galleria Mia Joosten, 2003),

Milano (V.R Gallery, 2003).

Parigi (Park Hyatt Vendome,2005),

Praga (Kloster Strahov, 2006),

Roma (Hassler Villa Medici, 2008),

Amsterdam (TheGrand, 2012),

Londra (Sofitel, 2013),

Principato di Monaco (Galleria Monna Lisa,2013),

Monaco di Baviera (Bayer Post, 2014),

Amburgo (After Wall, 2015).

Firenze, "MMXVII pCn Il cammino dell'uomo tra arte e fede da Ugo Guidi a Igor Mitoraj" (Basilica di San Lorenzo, 2017)

follow US

DAPHNE DU BARRY

L'angelo della concordia, 2005, gesso, cm 100x80x80