ELIAS 

NAMAN

Elias Naman nasce a Yabruod, Siria, nel 1980.

Dopo aver concluso gli studi a Damasco, si trasferisce

in Italia dove, a Carrara, consegue la seconda

laurea all’Accademia di Belle Arti.

Naman stabilisce da subito un rapporto molto profondo

e diretto con il marmo. L’artista dialoga con

la materia, lavorandola esclusivamente con l’ausilio

di strumenti antichi, non meccanici, al modo dei

grandi maestri del passato.

Le figure “liberate” da Elias sono armoniche, leggere

ma potenti. Nella sua opera si compie l’unione

dell’uomo e dell’artista, dando così origine a un

linguaggio senza tempo.

2001 Mostra collettiva di scultura “Giovani Artisti”,

Damasco.

2002/2003 Mostre personali di scultura, Damasco.

2004 Mostra personale a Sestri Ponente, Genova.

Mostra collettiva di scultura dedicata a Mosè

Bianchi, Monza.

2005/2006 Collettiva alla “Biennale della Pietra

Lavorata”, Arezzo.

Collettiva di scultura “Marmo d’Arte a Firenze”,

Parco d’arte Pezzagli.

2007 Collettive di scultura a Varese e Carrara.

2008/2011 Mostra personale “Halle Dardè”, Lodevè,

Francia.

Collettiva di scultura di alabastro, Volterra.

Collettive di arte sacra al Castello di Scopoli e Norcia.

2012 Mostra personale a Treviglio, Bergamo.

Collettive “Giorni d’Arte” e “Marbel weeks”, Carrara.

Collettiva alla Biennale Internazionale del Chaco

Resistencia Argentina.

2013/2014 Collettiva presso l’ambasciata egiziana

a Roma.

Mostra personale di scultura presso Campofelice-

Tenero, Svizzera.

Collettiva di arte contemporanea al Palazzo Giurisconsulti

di Milano.

2015 Collettiva di arte contemporanea “Calce

Bianca”, Massafra, Puglia.

2016 Mostra personale presso NAG Art Gallery,

Pietrasanta.

follow US

ELIAS NAMAN

La lancia di Longino, Marmo statuario di Carrara, cm 38x60x38 H